Creare, ovvero fabbricare in proprio è ancora conveniente?

L’inflazione è quella forma di tassazione che può essere imposta senza legislazione

Milton Friedman

Costi di avvio, costi di produzione, e via dicendo, costituiscono alcuni dei principali ostacoli che ogni imprenditore, oggi come, oggi, deve saper fronteggiare. Da Advisor, perciò, non mi stupisco affatto se, uno temi economici maggiormente affrontato, sia proprio quello inerente al fatto se sia ancora o meno conveniente fabbricare in proprio un prodotto.

Ovviamente, come Advisor, sono tendenzialmente portato ad analizzare i benefici e gli eventuali svantaggi di scelte economiche e finanziarie. In questo caso, ad esempio, devo evidenziare, tra i benefici, che se il prodotto venisse fabbricato da terzi si potrebbero avere dei vantaggi di costi più bassi. Pur tuttavia, si rischierebbe fortemente il rischio di perdere il controllo del proprio brand.

Creare un proprio prodotto, tra l’altro, significa che si può ottenere, senza limiti, un qualcosa sulla base delle personali esigenze e preferenza. Oltre a ciò, è da considerare che nel pieno controllo del proprio marchio, rientra anche la possibilità di andare a creare dei prodotti che consentano di fissare dei prezzi in linea con le strategie aziendali.

Come pure, è da tener nella dovuta considerazione che la produzione diretta permette di poter monitorare da vicino la qualità. Infine, si potrà avere la certezza che quanto prodotto sappia soddisfare le aspettative aziendali e, soprattutto, quelle della propria clientela. Tra gli svantaggi di questa scelta, ovviamente, vi è quella temporale.

Infatti, di solito, a seconda del prodotto che si è scelto di creare, il processo richiederà sicuramente molto più tempo, il che potrebbe significare averne meno da poter dedicare ad altri aspetti dell’attività. Creare autonomamente i propri prodotti può essere un problema se, poi, l’attività commerciale non decolla.

Generalmente, creare i propri prodotti potrebbe risultare una opzione a basso rischio, dal punto di vista finanziario. Infatti, dal momento che si sta creando il prodotto da soli invece di averlo fatto fabbricato o acquistato all’ingrosso, non esiste una quantità minima d’ordine. Si può, in pratica, ipotizzare di realizzare i propri prodotti quando si ricevono gli ordini.

Questa scelta, consentirebbe di avviare l’attività e dimostrare il concetto prima di investire troppo tempo, energia o denaro. Vi è poi l’aspetto concernete le personali capacità e risorse a propria disposizione a limitare la scelta di fabbricare autonomamente o meno i propri prodotti.

Il potenziale di margine è generalmente più alto quando si crea il prodotto da soli, dal momento che si ha un maggiore controllo sui costi e sui prezzi.  Tuttavia, si dovrebbe considerare anche il tempo che necessita per produrre gli articoli, perché se il processo di creazione del prodotto è lungo e complesso, potrebbe ridurre notevolmente i tuoi profitti. Non a caso, il tempo è denaro. In conclusione, sarà, quindi, una scelta che varia da caso a caso, da persona a persona.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.